È stata valutata la relazione tra entità delle convulsioni all’elettroencefalogramma continuo ( cEEG ) e l’esito funzionale e cognitivo 3 mesi dopo emorragia subaracnoidea. Lo studio ha incluso tut ...


Le donne che sono obese e che fanno uso di contraccettivi orali sono ad aumentato rischio di trombosi venosa cerebrale. L'obesità è stata identificata come un fattore di rischio per il tromboemboli ...


Gli uomini che hanno alti livelli plasmatici di urato ( acido urico ) possono presentare una più bassa probabilità di sviluppare la malattia di Parkinson, secondo uno studio pubblicato su Neurology, l ...


Uno studio ha mostrato che nei pazienti con cefalea a rombo di tuono e normale esame neurologico, una tomografia computerizzata cerebrale può escludere l’emorragia subaracnoidea da rottura di aneurism ...


La malattia di Parkinson è caratterizzata da sintomi motori, quali bradicinesia, rigidità, tremore e instabilità posturale. Nelle sue prime fasi, il trattamento con terapie dopaminergiche orali è ...


Uno studio ha identificato i fattori di rischio per la rottura di aneurismi cerebrali non-rotti ( UCA ) nei pazienti giapponesi anziani di età uguale o superiore a 70 anni. I partecipanti erano tut ...


Il tremore interno è un sintomo scarsamente riconosciuto, osservato nella malattia di Parkinson. Descritto come una sensazione di tremore alle estremità o al tronco senza movimento reale, il tremore ...


Il virus dell'epatite C ( HCV ) può essere associato a un aumentato rischio di sviluppare la malattia di Parkinson, secondo uno studio pubblicato su Neurology, la rivista medica dell'American Academy ...


Il primo anticoagulante orale non-antagonista della vitamina K ( NOAC ) introdotto in Giappone è stato Dabigatran ( Pradaxa ) nel marzo 2011, e altri tre NOAC, Rivaroxaban ( Xarelto ), Apixaban ( Eli ...


È stato studiato il rapporto tra diabete mellito e prediabete con performance cognitive, valutate attraverso test e punteggi z e secondo la classificazione di compromissione neurocognitiva in una coor ...


La storia naturale della carenza di succinico semialdeide deidrogenasi ( SSADH ) in età adulta non è nota. Sono state definite le manifestazioni cliniche tardive della malattia. A un uomo di 63 an ...


Sono stati determinati i potenziali fattori di rischio per la perdita progressiva del campo visivo nello studio IIHTT ( Idiopathic Intracranial Hypertension Treatment Trial ), uno studio randomizzato, ...


Il rischio di ictus è aumentato del 50% un mese dopo che i pazienti con malattie autoimmuni hanno sofferto di herpes zoster, rispetto ai successivi 2-6 anni. Le terapie immunosoppressive aumentano ...


Sono state sviluppate raccomandazioni per la valutazione, la diagnosi, la prognosi e il trattamento della distrofia facio-scapolo-omerale ( FSHD ) da una revisione sistematica e dall'analisi dell’evid ...


Sono state esaminate le associazioni trasversali e prospettiche tra rigidità arteriosa e cambiamenti strutturali del cervello all'interno dello studio SMART-MR ( Second Manifestations of Arterial Dise ...


Sono state studiate tutte le cause di mortalità e i fattori di rischio di morte dei pazienti con aneurismi intracranici non-rotti in uno studio di follow-up a lungo termine. Sono stati inclusi in q ...


È stata valutata la prevalenza e le associazioni della siderosi superficiale corticale ( cSS ) utilizzando marker MRI di malattia dei piccoli vasi cerebrali e carico di amiloide attraverso l'imaging d ...


La dissezione della carotide extracranica e dell'arteria vertebrale è una causa importante di ictus, soprattutto nei giovani. In alcuni studi osservazionali è stata associata a un alto rischio di re ...


Sono stati identificati i fattori prognostici precoci di recidiva e di disabilità nei bambini che presentano mielite trasversa idiopatica acuta. Sono stati identificati e studiati 95 bambini con mi ...


Sono state descritte e analizzate le eziologie, le presentazioni cliniche, la gestione terapeutica e gli esiti dei pazienti con encefalite acuta, e sono stati identificati i predittori di esito. È ...


Il tremore essenziale è il disturbo di movimento con insorgenza nell'adulto più diffuso. Nonostante il suo peso per la salute, nessun segno patognomonico chiaro è stato identificato fino ad oggi a c ...


È stata esaminata la prevalenza dell’aprassia orale non-verbale ( NVOA ), la sua associazione con altre forme di aprassia, e i referti di imaging correlati nei pazienti con afasia progressiva primaria ...


L’obiettivo di uno studio è stato quello di determinare se il rischio di rottura delle malformazioni arterovenose ( AVM ) potesse aumentare durante la gravidanza e nel puerperio. Hanno preso parte ...


Si è cercato di chiarire il coinvolgimento del miocardio e le sue implicazioni cliniche nei soggetti con atrofia muscolare spinale e bulbare ( SBMA ), una malattia neuromuscolare che colpisce i tessut ...


Uno studio retrospettivo ha analizzato se il tipo di progressione radiologica, classificato come aumento del segnale di contrasto sulle sequenze di risonanza magnetica pesate in T1 e le variazioni di ...


È stata valutata l'associazione tra l'effetto cumulativo della comorbidità e il rischio di sindrome delle gambe senza riposo ( RLS ) in due studi di coorte basati sulla popolazione in Germania. Il ...


Un nuovo test sembra essere in grado di stratificare i pazienti con sclerosi multipla a rischio di leucoencefalopatia multifocale progressiva ( PML ), mentre sono in trattamento con Natalizumab ( Tysa ...


È stato valutato il potenziale di relazione tra insulino-resistenza ( IR ) e microstruttura della sostanza bianca ( WM ) utilizzando imaging del tensore di diffusione in adulti di mezza età e anziani ...


E’ stato valutato come la deposizione di amiloide, l’ipometabolismo del glucosio e l’atrofia cerebrale influenzino le prestazioni neuropsicologiche nei pazienti con demenza da malattia di Alzheimer, n ...


Sono stati valutati i fattori di rischio di convulsioni elettrografiche tra neonati trattati con ipotermia terapeutica per encefalopatia ipossico-ischemica ( HIE ). È stato effettuato uno studio os ...


Sono state descritte le caratteristiche, i fattori di rischio e l'esito del trattamento della leucoencefalopatia multifocale progressiva ( PML ) come complicazione della sarcoidosi mediante una revisi ...


Sono state combinate la risonanza magnetica strutturale e funzionale per meglio comprendere i meccanismi responsabili della compromissione cognitiva in pazienti pediatrici con sclerosi multipla. So ...


Sono stati riportati i risultati aggiornati a un follow-up medio di 12 anni di uno studio di fase II che ha valutato la chemioterapia di prima linea MATILDE e la radioterapia personalizzata in base al ...


Un numero crescente di prove suggerisce che le crisi convulsive e lo status epilettico possano essere immuno-mediate. È stato condotto uno studio per descrivere le caratteristiche cliniche di un nu ...


Sono state descritte le caratteristiche cliniche e le specificità dei pazienti maschi adulti con encefalite da anticorpi contro il recettore NMDA ( NMDAR-Ab ) in uno studio osservazionale su 13 pazien ...


Uno studio ha determinato se la sindrome di Guillain-Barré ( GBS ) sia associata a precedente infezione da virus della epatite E ( HEV ). La frequenza di infezioni da virus della epatite E è stata ...


Sono stati stimati i tassi di progressione da decadimento cognitivo lieve ( MCI ) a demenza e reversione da decadimento cognitivo lieve a una condizione cognitivamente normale ( CN ) in una coorte bas ...


Uno studio ha esplorato l'affidabilità e la validità della misurazione della pressione della lingua come valutazione quantitativa della funzione di deglutizione nei pazienti con atrofia muscolare spin ...


Si è determinato se l'esposizione a impatti sulla testa ripetuti in una singola stagione influisca sulle misure di diffusione della materia bianca in atleti universitari di sport di contatto. Lo st ...


Si è cercato di determinare se il trauma cranico sia associato alla deposizione di amiloide e alla neurodegenerazione tra individui cognitivamente normali ( CN ) o con decadimento cognitivo lieve ( MC ...


È stata stimata la prevalenza di atassia nell’infanzia derivata da cause sia genetiche sia acquisite mediante una revisione sistematica condotta seguendo le istruzioni PRISMA ( Preferred Reporting Ite ...


È stato esaminato il presunto collegamento tra miopatia da corpi inclusi ( IBM ), malattia di Paget ( P ), demenza frontotemporale ( FD ) [ IBMPFD ] e malattia del motoneurone ( MND ) mediante una car ...


Diversi biomarcatori sono stati individualmente associati a lesioni cerebrali vascolari, ma nessun precedente studio ha considerato l'associazione simultanea di un insieme biologicamente plausibile di ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer